Sap taglia e riposiziona ottomila dipendenti, focus su cloud e AI

La multinazionale tedesca ha annunciato un piano di ristrutturazione che consentirà efficienze operative e un incremento di mezzo milione di dollari nell’utile operativo del 2025.

Sap segue la strada di Amazon, Alphabet, Microsoft e altri colossi del software: ristrutturare la propria organizzazione, tagliando i ruoli superflui e investendo risorse nelle aree strategiche, come il cloud e l’intelligenza artificiale. Lo specialista degli Erp ha annunciato la ristrutturazione di circa 8.000 posizioni lavorative, ma non si tratterà solo di licenziamenti: Sap prevede che una parte dei tagli gestita con programmi di dimissioni volontarie, mentre per altri collaboratori saranno attuate “misure di riqualificazione interna”.

A fine 2024 il conteggio dell’organico sarà in linea con quello attuale di circa 150mila persone, perché le risorse risparmiate saranno reinvestite “in aree di crescita strategica”. Si prevedono costi di ristrutturazione intorno ai 2 miliardi di dollari, che impatteranno soprattutto sui risultati finanziari del 2024. L’anno prossimo, poi, grazie alla ristrutturazione è atteso un incremento di utile operativo pari a circa 500 milioni di dollari.

Lo scorso luglio Sap si è impegnata a investire, tramite la propria società di venture capital Sapphire Ventures, circa 1 miliardo di dollari in una serie di startup che si occupano di intelligenza artificiale. Ora l’azienda ha fatto sapere di voler “ulteriormente rafforzare il focus sulle aree di crescita strategiche, in particolare la Business AI”. Inoltre Sap trasformerà la propria “impostazione operativa per catturare sinergie organizzative ed efficienze basate sull’AI e per preparare l’azienda a una futura crescita di fatturato altamente scalabile”.

Oltre all’AI, rimane strategico per Sap il più ampio e pervasivo ambito del cloud, su cui l’azienda sta puntando da anni con l’evoluzione delle tecnologie Erp verso Sap S/4Hana e con i servizi di trasformazione digitale Rise with Sap. Si prevede che nel 2025 l’utile lordo delle attività cloud toccherà (con calcolo non-Ifrs) quota 16,2 miliardi di dollari. I ricavi derivanti dal cloud saranno intorno ai 21,5 miliardi di dollari, su un giro d’affari complessivo di 37,5 miliardi di dollari.

https://www.ictbusiness.it/news/sap-taglia-e-riposiziona-ottomila-dipendenti-focus-su-cloud-e-ai.aspx