I token AI salgono alle stelle dopo l’esplosione delle azioni Meta

2 Febbraio 2024

0

106

Share

Oggi, molti token AI hanno segnato incrementi di prezzo considerevoli dopo che il titolo azionario META è cresciuto del 16% nel pre-market del Nasdaq, sospinto dai risultati delle trimestrali superiori alle aspettative degli investitori.

Meta, che per tutto il 2022 ha investito fortemente nel metaverso, ora sta ripiegando sul trend dell’intelligenza artificiale cercando di sviluppare nuovi prodotti e servizi legati al mondo AI.

Il rialzo del titolo tecnologico statunitense potrebbe aver innescato il pump dei token crittografici AI proprio a causa di questa connessione.

Tutti i dettagli di seguito.

Summary

Le ultime perfomance dei token AI nel mercato crypto

Oggi, sotto la scia della crescita del titolo META, i token AI hanno segnato ottimi incrementi di prezzo, rendendo ancora più caldo un trend già di per sé infuocato.

Nello specifico possiamo vedere come il “Computing Select Index” (CPUS) offerto da Coindesk abbia registrato un aumento del 9,90% nelle ultime 24 ore, stampando nuovi massimi storici sul grafico.

L’indice è composto per il 59% dall’oracolo Chainlink, anch’esso in forte tendenza positiva oggi, per il 17% da Filecoin, e per un restante 24% da token AI come Render, The Graph e Fetch.ai.

Rispetto a gennaio 2023 il CPUS è cresciuto di quasi il 200%. contro il dollaro, come dimostrazione del fatto che il computing nell’ambito degli oracoli, dello shared storage, del private computing e dello shared network stia attirando molti capitali dall’esterno.

Spostandosi fuori dall’indice e focalizzandosi su un’altra categoria di token crittografici, vediamo come stanno performando le monete che si trovano all’interno del gruppo “Top AI & Big Data” di CoinMarketCap.

Complessivamente nelle ultime 24 ore la categoria ha avuto un incremento della propria marketcap dell’11,48%  a 25 miliardi di dollari, con un declino del volume di trading del -9,85%.

Nel dettaglio, ICP si presenta come uno dei top gainer della giornata, con un aumento dei prezzi dell’8,17%, seguito da AKT che ha registrato un pump dell’6,16% e da ROSE che chiude il podio con un 5,83%.

Buone prestazioni anche per RNDR; INJ, NEAR, GRT. TETHA, AGIX, ed altri token AI che hanno aperto in verde la giornata promettendo potenziali rialzi anche nel pomeriggio.

Scendendo di capitalizzazione di mercato ed osservando le monete meno conosciute, possiamo notare come negli ultimi 7 giorni i migliori progetti di intelligenza artificiale hanno avuto guadagni a doppia cifra molto interessanti.

Only1 (LIKE) è aumentato del 57,36%, Victoria VR (VR) del 47,48%, e Arcblock (ABT) del 36,22%. Tutti è 3 di questi token non capitalizzazione più di 100 milioni di dollari.

Tutto il comparto dei token AI potrebbe avere un 2024 molto interessante, visti i progressi tecnologici che sta implementando questo tipo di tecnologia ed i sempre più prodotti innovativi che vengono lanciati sul mercato.

Binance, recentemente ha lanciato un token  tramite il suo launchpad, chiamato Sleepless AI (AI), che rientra a pieno in questa narrativa così attenzionata dal pubblico retail di tutto il mondo.

Trimestrali di Meta spingono il titolo ad un +16% nel pre-market

Come accennato, il rialzo odierno dei token crittografici AI potrebbe essere legato in qualche modo alla fiducia che gli investitori di Meta stanno dando all’azienda tech, che ha deciso di puntare forte sul tren dell’intelligenza artificiale, spingendo in alto il titolo tecnologico.

Mark Zuckerberg, presidente ed amministratore delegato in Meta nel biennio 2021-2022 aveva deciso di scommettere sulla crescita dell’industria del metaverso, sbagliando totalmente previsione e causando grosse perdite ai propri stakeholder e ai possessori dell’azione META che nel 2022 ha perso circa il 60% delle sue quotazioni.

Nel 2023, invece, la casa di Facebook ha deciso di abbandonare il metaverso e dedicarsi al mondo AI, in quanto uno dei temi più discussi sul web dopo che OpenAi ha rilasciato il tanto amato chatbot “ChatGPT”.

Ad oggi possiamo dire che il cambio di rotta ha portato bene al colosso tecnologico, che vede nelle ultime trimestrali del Q4 2023 un utile netto triplicato a 14 miliardi di dollari rispetto ai 4,65 miliardi dello stesso periodo dell’anno precedente.

Il merito del boom degli utili nelle entrate pubblicitarie, è stato attribuito da Zuckerberg proprio all’intelligenza artificiale ed ai progressi compiuti dalla divisione pubblicitaria dell’azienda.

Come risultato, l’azione META è cresciuta dell’incredibile cifra del 16,90% nel premarket del Nasdaq, portando le quotazioni del titolo a 461 dollari.

meta token ai

Visti i risultati, Meta molto probabilmente continuerà a battere il ferro finchè e caldo puntare sull’AI  per i prossimi trimestri dell’anno corrente, spingendo indirettamente anche la crescita dei token crittografici legati al tema dell’intelligenza artificiale.

Da sottolineare in questa sede che il rialzo delle azioni del colosso tech sono dovute anche al calo dell’8% delle spese dell’azienda su base annua, con la forza lavoro che è scesa del 22% nel 2023, e dalla scelta del gruppo di fare un buyback di 50 miliardi di dollari.

Nel commentare i conti Zuckerberg ha confermato l’obiettivo di continuare a investire nell’AI, aggiungendo che la forza lavoro rimarrà snella, a seguito della raffica dei tagli.

“ABBIAMO AVUTO UN BUON TRIMESTRE POICHÉ LA NOSTRA COMUNITÀ E IL NOSTRO BUSINESS CONTINUANO A CRESCERE. ABBIAMO FATTO MOLTI PROGRESSI NELLA NOSTRA VISIONE PER IL PROGRESSO DELL’INTELLIGENZA ARTIFICIALE E DEL METAVERSO”

Meta ha anche dichiarato che sta  emettendo il suo primo dividendo in assoluto, che pagherà 50 centesimi per ogni shares degli azionisti a partire dal prossimo 26 marzo.

Share