Binance congela $ 4,2 milioni in XRP provenienti dall'hack al wallet del co-fondatore di Ripple

L'hacker dietro l'exploit non ha utilizzato servizi di mixer o exchange decentralizzati

NOTIZIE

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il 31 Gennaio Binance ha congelato 4,2 milioni di dollari in XRP provenienti dall'attacco al wallet personale di Chris Larsen, co-fondatore di Ripple, per un valore di 112 milioni di dollari, diventando così il più grande attacco del 2024.

In un post sulla piattaforma di social media X, il CEO di Binance Richard Teng ha rivelato che l'exchange ha congelato l'indirizzo dell'exploiter e ha ringraziato l'investigatore on-chain ZachXBT e il team di Ripple per il loro coordinamento e aiuto.

Condividiamo un tweet su X di — Richard Teng (@_RichardTeng) February 1, 2024

Dopo aver scoperto per tempo l'exploit verificatosi presso @Ripple, siamo felici di annunciare che il team di #Binance è riuscito a congelare 4,2 milioni di dollari di $XRP rubati dall'exploiter.

Apprezziamo gli sforzi di entrambe le community nel segnalarlo agli exchange - come sempre @zachxbt...

Thomas Silkjær, responsabile dell'analisi e della conformità presso la XRP Ledger Foundation, ha risposto al post di Teng, affermando che è stata la Fondazione a indagare per prima sul problema.

All'inizio si è ipotizzato che Ripple fosse stata hackerata, con alcune notizie che sostenevano che il token XRP 

XRP

€0,47

 stesso fosse stato colpito. Tuttavia, in seguito Larsen ha rivelato che erano stati compromessi i suoi conti personali e non Ripple stessa.

L'hacker dietro l'exploit non ha utilizzato servizi di crypto mixer o exchange decentralizzati per nascondere la propria identità. Recentemente, la maggior parte degli exploiter ha smesso di utilizzare gli exchange centralizzati per evitare la possibilità che i fondi vengano congelati.

Più tardi ZachXBT ha rivelato che l'ipotesi dell'attacco diretto a Ripple è nata a causa del fatto che i block explorer di XRP, XRPScan e Bithomp, hanno etichettato Ripple stessa, generando così una certa confusione sull'hack.

Larsen, cofondatore di Ripple, ha rivelato che alcuni dei suoi conti XRP personali erano stati compromessi e che erano stati rubati 213 milioni di XRP. Larsen ha anche dichiarato che Ripple sta trattando con i crypto exchange per bloccare l'indirizzo dell'hacker e ha informato le forze dell'ordine.

Correlato: FTX prevede di rimborsare interamente i clienti ma non di rilanciare l'exchange

Secondo ZachXBT, l'exploiter ha ottenuto 213 milioni di XRP per un valore di circa 112,5 milioni di dollari prima di tentare di riciclarli attraverso almeno sei diversi exchange, tra cui MEXC, Gate.io, Binance, Kraken, OKX, HTX e HitBTC.

Sebbene Binance abbia congelato alcuni dei fondi rubati, altri crypto exchange, tra cui OKX e Kraken, non hanno ancora rivelato se hanno identificato o congelato fondi associati all'hack. Cointelegraph ha contattato Binance e Ripple per ulteriori commenti, ma al momento della pubblicazione non ha ricevuto risposta.

Aggiungi reaction

NOTIZIE CORRELATE

https://it.cointelegraph.com/news/binance-froze-4-2-m-xrp-ripple-chris-larsen